Abito Sottoveste, il ritorno degli anni 90

La stagione Primavera / Estate  2016 vede un ritorno degli abiti sottoveste, i così detti “Slip Dresses”.

Lunghi o corti, in seta, trasparenti o in lamé, ma tutti con scollature vertiginose e spalline sottili, quelle che gli americani chiamano “spaghetti straps”.

Via libera quindi agli abiti-lingerie in raso, pizzi e merletti per Givenchy, Calvin Klein, Alexander Wang e Saint Laurent e in un attimo si viene catapultati nei primi anni 90.

Chi non ricorda la Kate Moss di quel periodo, con i look minimalisti ad alta seduzione, gli abiti “slinky” aderenti e sinuosi, che divennero il look firma della modella.

Ora dopo 20 anni eccoli tornare alla ribalta, semplici e audaci al tempo stesso.

Eric Daman, costumista per i look di “The Carrie Diaries” e “Gossip Girl”, intervistato da Cosmopolitan ha dichiarato che “uscire di casa con un look che si rifà alla biancheria intima richiede una sana dose di fiducia , perché indossare della lingerie come outerwear è una scelta sicuramente audace e l’effetto da ottenere è quello di un’eleganza naturale”.

abito sottoveste in pizzo
Abito Sottoveste in pizzo
abito sottoveste ricami floreali
Abito sottoveste ricami floreali

 

Un pensiero su “Abito Sottoveste, il ritorno degli anni 90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *