Abbigliamento intimo femminile. Il dizionario della Lingerie

Corsetti, babydoll, catsuit… scopri nel dettaglio il significato e l’utilizzo dei capi di abbigliamento intimo femminile con il nostro utile glossario.

Hai una domanda o una richiesta specifica? Contattaci.

Babydoll

sexy babydoll blu Obsessive auroriaIl babydoll è una camicia da notte corta che solitamente non supera in lunghezza i fianchi.

Con spalline sottili o adornate di volant, cinge il busto sotto al seno per aprirsi sul ventre con una linea svasata.

I babydoll sono un capo intimo molto femminile, spesso in voile trasparente o chiffon, adornati con inserti in pizzo, ruches, fiocchi e nastri, a volte accompagnati da coulotte o slip coordinati.

Si dice che il babydoll sia nato come risposta alla carenza di tessuto durante la seconda guerra mondiale ed è stato reso famoso dall’omonimo film del ’56 “Baby Doll” con la seducente Carroll Baker che nel film indossava proprio questa micro camicia da notte.

Guarda la nostra selezione di Babydoll.

Body intimi donna

Body intimo stringato con ricami e tessuto trasparente.Il body è un capo unico che copre le parti intime nell’area delimitata tra collo e fianchi.

Può essere a collo alto, scollato o a bandeau (senza spalline), con spalline sottili o a manica lunga, sgambato o fasciante. Ne esistono di diversi modelli, per le donne di tutte le età e per diverse funzioni.

Il body può essere indossato sotto qualsiasi maglia o top, coprente sotto una camicia trasparente o bordato in pizzo sotto una maglia scollata per renderla più intrigante.

Il body può essere indossato anche come top, a vista, per completare una mise estiva.

Guarda la nostra selezione di Body Intimi.

Bodystocking

Bodystocking Obsessive LingerieI Bodystocking (vedi anche Catsuit) sono letteralmente dei collant per il corpo. Anche conosciuti come tute collant o abiti collant, sono tra i capi di intimo sexy più amati sia dagli uomini che dalle donne per la loro caratteristica di unire sensualità e comodità in un unico capo.

La donna che indossa un bodystocking ama sentirsi avvolta dal tessuto elasticizzato che aderisce al corpo lasciando intatte le curve, così da velare eventuali imperfezioni mantenendo la rotondità delle forme femminili.

Gli uomini sono catturati dalla figura provocante del corpo femminile, velata ma non coperta. La maggioranza dei Bodystocking è disegnata per mostrare le parti più sexy del corpo femminile, ad esempio mettendo in risalto il seno con profonde scollature stringate o lasciando eccitanti aperture all’inguine e sui glutei con un provocante effetto reggicalze.

Catsuit

Catsuit tutina in rete rossa a maniche lunghe e chiusa ai piediTuta da donna aderente che copre il corpo dal collo ai piedi.

Termine utilizzato per la prima volta negli anni 60, derivante da cat (gatto) e suit (tuta, completo).

La peculiarità di questo indumento intimo è difatti la sinuosità e la libertà di movimento che dona al corpo, tipiche dell’atteggiamento felino.

Storico è il catsuit indossato nei fumetti da catwoman, che fece la sua prima apparizione nel fumetto “Batman” nel 1940. Probabilmente il nome di questo capo intimo altamente seduttivo ha avuto origine proprio dalla sexy tutina nera indossata dal personaggio della DC Comics.

La caratteristica del catsuit è quella di essere aderente al corpo e di coprirlo quasi per intero, ma ne esistono di diverse tipologie e tessuti.

Può essere a maniche lunghe o scollato con spalline sottili, ouvert (con apertura al pube) nelle versioni più sexy, in rete o tessuto trasparente e ricamato e in lattice o pvc per gli amanti del bondage, fetish o BDSM.

Questo indumento è conosciuto anche nella cultura giapponese, con il nome di “Zentai”.

Guarda la nostra selezione di Catsuit e Bodystocking

Corsetto

Bustino Leg Avenue nero
Il Corsetto è un indumento che viene indossato per sagomare e modellare la parte alta del corpo così da ottenere una forma a clessidra che restringe il punto vita e spinge in alto il seno per valorizzare al massimo le curve. Indumento essenziale per le dame dell’epoca vittoriana, è utilizzato ancora oggi evolvendo per composizione e tessuti.
L’elevato potere modellante del corsetto è dato dalle stecche rigide o semirigide inserite all’interno. Oggigiorno le stecche inserite all’interno del tessuto sono realizzate in plastica, in acciaio flessibile o con pannelli di rete, così da lasciare maggiore libertà di movimento rispetto alle epoche precedenti, rendendo i corsetti molto più confortevoli.

Negli ultimi anni, l’industria della moda ha modificato la finalità del corsetto, prediligendo l’aspetto estetico del prodotto in sé rispetto a quello costrittivo del passato, quando i corsetti erano anche utilizzati per modificare, con il tempo, l’ossatura del busto per modellarlo nella forma a clessidra o vitino di vespa.

Ai giorni nostri il corsetto è uno dei capi d’abbigliamento intimo più sexy, spesso impreziosito da tessuti pregiati, pizzi e ricami, con reggicalze incorporato per creare delle vere e proprie armi di seduzione. I corsetti possono essere Underbust, realizzati con un design che si ferma appena sotto al seno, lasciandolo scoperto.

Al di là della moda, i corsetti possono essere utilizzati anche nel feticismo sessuale, in particolare nelle attività di BDSM (bondage/dominazione-sottomissione/sadismo-masochismo) dove si prediligono corsetti costrittivi, ai limiti della sopportazione, per i sottomessi o corsetti di aspetto Dark o Gotico per i dominanti. In quest’ultimo caso la scelta del corsetto dipende da fattori estetici quali il colore (soprattutto nero) e composizione (pvc, latex, pelle o con pizzi, merletti e fibbie).

 

Bustino

Il bustino è un capo intimo femminile progettato per enfatizzare la silhouette snellendo il girovita e mettendo in risalto seno e décolleté. Si Potrebbe dire che nasce da una combinazione tra un reggiseno e un corsetto, proprio per la sua proprietà di decorare il seno enfatizzandone le forme e delineare il punto vita per un effetto a clessidra, caratteristica tipica del corsetto.

Il bustino offre un sostegno sul seno, scendendo aderente dal torace fino alla vita. Spesso corredato di rivetti lungo il torace, può essere arricchito da stecche come il corsetto o mantenere la rigidità solo grazie alla lavorazione del tessuto. Un’altra caratteristica  dei bustini o bustieri è quella di essere impreziositi da tessuti lussuosi e applicazioni vezzose. Quindi pizzi, velluto e raso possono intrecciarsi a pailletes, perine o fiocchi per dar vita ad uno dei capi di abbigliamento più fastosi e sofisticati.

Guepiere

Emperita Corset Obsessive LingerieLa Guepiere è l’evoluzione in chiave moderna di corsetti e bustini con l’aggiunta di uno degli accessori più amati nella lingerie: il reggicalze.

La Guepiere svolge lo stesso compito di enfatizzare il busto, avvalendosi di tessuti più moderni e “light” rispetto alle lussuosa ma pesanti trame di un tempo, aggiungendo il tocco glamour e seduttivo del reggicalze incorporato per un boost sexy e femminile.

Il suo nome, di etimolgia francese, deriva da guepe (vespa) e richiama la caratteristica tipica della corsetteria, quella di dare una forma a clessidra al corpo: vita sottile (vitino da vespa) e busto e fianchi più morbidi.

Dall’effetto altamente seduttivo, la guepiere ha il pregio di donare a qualsiasi tipo di donna, sia esile che formosa, proprio perché segue la linea del corpo donando armonia alla silhouette e focalizzando l’attenzione sulle zone più amate dagli uomini, seno e fianchi.

Guarda la nostra selezione di Guepieres, Bustini e Corsetti.

Calze e Collant

Calze autoreggenti in pizzo neroCalze e collant sono gli indumenti che vestono le nostre gambe.

Il termine calza è più generico e può indicare indistintamente:

il calzino, in cotone o tessuto tecnico usato generalmente con scarpe sportive o maschili;

il gambaletto, in nylon con altezza fino al polpaccio;

la calza da reggicalze, in nylon e velata, alta fino alla coscia e che viene fermata dal reggicalze, quindi priva di inserti in silicone;

la calza autoreggente, il più delle volte velata in nylon, con inserti in silicone che permettono di farla aderire alla coscia senza bisogno di sostegni;

il collant, calza che copre tutta la gamba dai piedi fino ai fianchi, che può essere in nylon, velata o ricamata, in lana, in cotone o in microfibra, morbida e coprente.

Il collant può essere anche “ouvert”, con apertura al pube e sui fianchi, per dare l’effetto ottico del reggicalze e per renderlo compatibile con gli abiti aderenti.

Il collant ouvert unisce la confortevolezza e la vestibilità del collant classico, con la sensualità estrema del reggicalze.

Guarda la nostra selezione di Calze e Collant.

Chemise

La sottoveste può essere considerata uno dei primi indumenti intimi indossati. Sicuramente con un aspetto diverso da quello che è oggi la nostra idea di sottoveste, già nell’antica Roma le donne indossavano una sorta di sottoveste chiamata “strophium” o “subucula”, che serviva per protegere la pelle del corpo dai vestiti, un tempo più grezzi e poco delicati a contatto con l’epidermide. Dei capi simili alla sottoveste erano utilizzati anche nel Medioevo da uomini e donne, questa chemise era simile ad una tunica realizzata in lino o cotone.

Questo capo ha acquistato nel tempo una diversa utilità, diventando simbolo di femminilità ed eleganza.

Guarda la nostra selezione di Chemise e Sottoveste.

 

Slip, tanga, perizoma, brasiliana, culotte o g-string

Slip Bisquitta Obsessive LingerieNel tempo lo slip ha avuto l’evoluzione maggiore rispetto agli altri capi di biancheria intima.

Inizialmente nato come un pantaloncino in tessuto delicato, capace di non irritare la pelle, con il passare del tempo ha ridotto sempre di più le sue misure per diventare quasi impercettibile.

Culotte: paragonabile per misura a degli shorts o hot pants, le culotte coprono interamente i glutei, possono essere a vita alta o bassa, aderenti o morbidi;

Slip: i più comuni, coprono il pube e le natiche senza essere eccessivamente sgambati, mantenendo una fascia di tessuto media sui fianchi;

Brasiliana: copre il pube e lascia le natiche coperte solo parzialmente da tessuto in pizzo;

Tanga: copre il pube con un triangolo di tessuto e lascia i glutei totalmente scoperti, mantenendo un altro triangolo di tessuto sul retro, sopra le natiche, e una sottile striscia di tessuto sui fianchi;

Perizoma: copre il pube con un triangolo di tessuto, lascia i glutei interamente scoperti ed è unito da sole stringhe elastiche sul retro e sui fianchi.

G-String: con questo termine viene indicato sia il tanga che il perizoma. Il comune denominatore è il solo triangolo di tessuto che copre il pube, sui fianchi e sui glutei può essere sottile come un tanga o stringato come un perizoma.

Guarda la nostra selezione di Slip e Tanga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lingerie-Shop.it - IL BLOG