Archivi del mese: aprile 2016

Lubrificanti intimi, a cosa servono e come usarli

Lubrificanti intimi, a cosa servono e come usarli. Mini guida per scegliere il lubrificante giusto.

Lubrificanti intimi. Perché?

I lubrificanti intimi servono quando la normale lubrificazione intima non è sufficiente. Questo può verificarsi in caso di secchezza vaginale, all’inizio di un rapporto sessuale quando la naturale lubrificazione non è ancora sufficiente o in caso di rapporti anali.

A causa di fattori emotivi come ansia e stress o fattori fisiologici come cambiamenti ormonali e età, la lubrificazione vaginale può non essere sempre adeguata. Questo può creare fastidi e difficoltà durante i rapporti sessuali, togliendo gran parte del piacere.

L’utilizzo di un lubrificante intimo può rendere più appagante il rapporto sessuale, con maggior soddisfazione per entrambi i partner.

Lubrificanti intimi – Come utilizzarli

Il lubrificante può essere applicato all’ingresso della vagina o dell’ano oppure sul pene del partner, prima del rapporto sessuale.

E’ consigliato iniziare con una piccola quantità, diciamo una nocciolina, da spalmare con la punta delle dita ed eventualmente aggiungerne altro se serve.

Può essere utile le prime volte utilizzare il lubrificante da soli, per capirne l’effetto e conoscerne il potere lubrificante.

Alcune donne utilizzano i lubrificanti anche durante la masturbazione proprio per trarre maggior piacere dall’effetto di scorrevolezza.

Lubrificanti a base acquosa o siliconica. Capire le differenze e scegliere quello giusto.

Lubrificanti a base acquosa

Sono i più utilizzati e versatili.

Privi di sostanze grasse sono facili da risciacquare, non macchiano i vestiti e sono latex compatibili, quindi possono essere utilizzati con preservativi o prodotti in lattice.

Ideali quando si è fuori casa.

Perfetti anche per essere utilizzati con vibratori, dildo o sex toys di ogni genere, anche quelli a base siliconica (contrariamente ai lubrificanti siliconici, come poi vedremo).

A questo punto vi starete chiedendo: se questi vanno bene con tutto a cosa servono i lubrificanti con silicone?

Gli svantaggi dei lubrificanti a base acquosa sono pochi, ma ci sono.

Ad esempio, se avete intenzione di preparare un bagno a due con chiari intenti sessuali, sappiate che i lubrificanti a base acquosa perdono il loro effetto a contatto con l’acqua, diventando inutili.

Il fatto di essere immersi in acqua poi non agevola la penetrazione, poiché anche il normale fluido vaginale viene lavato via, creando più attrito. Questo è quindi uno di quei casi in cui preferire lubrificanti a base siliconica.

Un altro limite è quello della durata. I lubrificanti a base acquosa hanno un potere lubrificante minore, soprattutto nel tempo. Se manca la naturale lubrificazione intima potrebbe essere necessaria una seconda applicazione.

Per questo per il sesso anale spesso vengono consigliati i lubrificanti a base siliconica.

Lubrificanti a base siliconica

I lubrificanti a base di siliconi sono waterproof, resistono in vasca, sotto la doccia, nell’idromassaggio…

Sono molto più durevoli e hanno una capacità setificante che regala una sensazione di morbida scorrevolezza durante tutto il rapporto, senza asciugarsi e diventare appiccicosi. Per questo sono perfetti per il sesso anale.

Sono latex compatibili, via libera quindi all’utilizzo con i preservativi o i prodotti in lattice, se non diversamente specificato.

Gli svantaggi nei lubrificanti a base di silicone sono il dover utilizzare saponi intimi per eliminarne i residui e il rischio di macchiare gli indumenti.

Un altro problema è quello dell’utilizzo con sex toys in silicone e jelly. Nessun problema con altri giochini erotici, ma mai utilizzare prodotti in silicone con toys in silicone. Questo perché il contatto tra i due può creare una spiacevole reazione chimica: il lubrificante inizierebbe a solidificarsi nel giocattolo, e il giocattolo inizierebbe a sciogliersi nel lubrificante. Inoltre la superficie del toy diventerebbe porosa e quindi più soggetta all’attacco di agenti batterici.

Per lo stesso motivo non è consigliabile tenere i vostri dildo o vibratori di silicone a contatto l’uno con l’altro.

 

Lubrificanti a base oleosa

Oltre ai lubrificanti a base acquosa e siliconica, esistono i lubrificanti a base oleosa.

Questi lubrificanti a base di oli sono oramai surclassati da quelli ad acqua o silicone poiché non compatibili con il lattice e quindi non sicuri con l’utilizzo del preservativo.

I lubrificanti a base oleosa hanno inoltre una minore capacità lubrificante.

Se poi si sceglie di utilizzare dei veri e propri oli per lubrificare le parti intime, bisogna tener presente che il ph della pelle non è uguale a quello vaginale, molto più acido. Un olio che spalmato sul corpo ha un portentoso effetto emolliente potrebbe non giovare alle vostre parti intime.

Per questo motivo i lubrificanti a base oleosa non sono consigliati e sono assolutamente da evitare se si utilizzano profilattici.

 

Per concludere…

Come scegliere il lubrificante migliore?

Se volete un lubrificante che vi dia una sensazione di vellutata scorrevolezza, che non asciughi e sia durevole, se non vedete l’ora di utilizzare il nuovo lubrificante sotto la doccia con il vostro partner o se  preferite provare l’esperienza trasgressiva del sesso anale, il lubrificante a base siliconica è la vostra scelta.

Provate il nuovo lubrificante Durex Perfect Glide, oppure le pratiche confezioni monodose della Pjur, Woman Bodyglide lubrificante e gel da massaggio o Analyse Me specifico per il sesso anale.

Se desiderate la giusta lubrificazione iniziale, se pensate di far sesso fuori casa, o se avete intenzione di utilizzare il lubrificante con i vostri sex toys, i lubrificanti a base acquosa sono ideali per voi.

Se desiderate la delicatezza potete provare i lubrificanti Feel o Aloe della Durex, se avete voglia di naturalezza e estrema purezza, il lubrificante biologico Bioglide, in due versioni da 40ml o 150ml fa al caso vostro.

Se invece avete voglia di qualcosa di più stuzzicante e godurioso, provate i lubrificanti aromatizzati o effetto calore: il dolce sapore della Fragola del Durex Strawberry, il gusto della frutta tropicale del Durex Pina Colada con cocco e ananas o l’aroma estremo del Cappuccino che risveglia i sensi e riscalda con l’effetto calore.

 

Sesso sicuro? Dai un’occhiata ai preservativi in offerta su Preservativi.it.

Il portale che da oltre 15 anni vende preservativi online. Spedizioni express in 24/48h – pacchi anonimi – privacy e professionalità.

Le donne che utilizzano contraccettivi fanno più spesso l’amore

Lo studio di un team di ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School ha evidenziato che le donne sposate o in una relazione stabile che utilizzano metodi contraccettivi hanno rapporti sessuali più frequenti rispetto alle altre.

Lo studio, iniziato nel 2005, è stato condotto in 47 paesi su oltre 210.000 donne sessualmente attive in età fertile, sposate o conviventi.

A tutte le donne è stato chiesto se avessero avuto rapporti sessuali nelle quattro settimane precedenti e se avessero fatto uso di contraccettivi.

Tra le donne che hanno affermato di far uso di metodi anticoncezionali, il 90% ha dichiarato di aver avuto rapporti sessuali nelle settimane precedenti.

La percentuale è scesa al 72% tra le donne che hanno affermato di non utilizzare metodi contraccettivi.

Se le donne che fanno uso di contraccettivi fanno l’amore più spesso, è soprattutto perché riescono a separare il piacere sessuale da un potenziale rischio di gravidanza, una fonte di ansia che può portare a limitare i rapporti sessuali.

preservativi

Qual è lo scopo di questo studio?

Suzanne Bell, a capo dello studio e studente presso l’Università di Bloomberg, dichiara: “vogliamo che le donne abbiano una vita sessuale  migliore, sana e sicura separando il sesso dall’idea della gravidanza e della fertilità. La contraccezione ci permette questo.

“Sapere quanto spesso le donne fanno sesso – e quale ruolo gioca la contraccezione in questo – ci può dare una migliore comprensione di come il raggiungimento dei nostri obiettivi di pianificazione familiare di migliorare l’accesso ai metodi contraccettivi e di riuscire a soddisfarne la richiesta, potrebbe avere un impatto sulla vita delle persone al di là della diminuizione della vita fertile”.

“La contraccezione moderna offre l’opportunità di ridurre il rischio di gravidanza, senza dover ridurre la frequenza sessuale”.

Una sana vita sessuale è fondamentale per la coppia, ma spesso non viene considerata nei discorsi che riguardano la pianificazione familiare.

La Bell afferma “che la consulenza contraccettiva è spesso inadeguata nei paesi in via di sviluppo e le donne hanno bisogno di una migliore informazione circa le opzioni contraccettive per consentire loro di prendere la decisione migliore su come prevenire le gravidanze indesiderate”.

David Bishai, co-autore dello studio e professore alla Bloomberg School, aggiunge: “per troppo tempo specialisti dello sviluppo hanno detto ai politici  che investire sulla pianificazione familiare avrebbe creato prosperità per le nuove generazioni. Adesso è il momento di un messaggio che si concentri su queste nuove generazioni. Più pianificazione familiare significa più sesso per le coppie ora”.
Questo studio sarà presentato in occasione della Conferenza internazionale sulla pianificazione familiare, che si terrà in Indonesia.

 

 

Farlo protetto è più divertente 😉

Acquista preservativi online su Preservativi.it e approfitta delle offerte speciali acquistando da chi di profilattici se ne intende.

Online dal 2000, con oltre 15 anni di esperienza, Preservativi.it vende preservativi online in assoluta discrezione con pacchi anonimi e spedizioni espresse in 24h.

Su www.preservativi.it troverai qualità, professionalità, privacy e convenienza!

pSalva

Salva

Aprile dolce dormire – Babydoll e Chemise in offerta

mini sottoveste trasparente con ricami misha by livco

Aprile, mese della primavera. La natura si risveglia, ancora un pò intorpidita dal letargo invernale.

E anche noi tendiamo a rallentare i ritmi, cercando un pò di relax per ricaricare le  forze prima dell’energica sferzata estiva.

Se l’intenzione sia di dormire o meno non importa, Babydoll sottoveste in pizzo rosso con ricami floreali LegAvenuel’importante è spogliarci dalla pesantezza dell’inverno (che può essere tradotta in pigiamoni di pile, calze di lana e carica sessuale sotto lo zero) e vestirci di leggerezza e sensualità con intriganti trasparenze, pizzi e ricami floreali.

E per aiutarvi a rifiorire, ecco una selezione di sottovesti, chemise e babydoll con sconti fino al 30%.

Vai alle offerte speciali!

 

Come lavare la biancheria intima

 

Babydoll Brocade Leg Avenue La risposta in linea di principio è semplice: a mano, con sapone delicato.

Ma diciamoci la verità. Quante volte abbiamo il tempo di lavare sistematicamente i nostri capi intimi a mano? Siamo donne, dobbiamo incastrare il lavoro, lo studio, la famiglia, la cura per la casa, la cura personale e il sonno (si, perché alla fine dobbiamo pur dormire anche noi) in 24 ore!

E alla fine un sguardo alla lavatrice, con i nostri splendidi completini iper delicati tra le mani che magari ci sono costati anche un occhio della testa, ce lo buttiamo.

Allora vediamo come poter lavare al meglio la nostra lingerie.

Innanzi tutto iniziamo con il porci dei limiti:

  • lana e seta devono essere lavate a mano. Questi tessuti sono troppo delicati per reggere ai lavaggi in lavatrice.
  • No categorico all’asciugatrice.

Per il resto possiamo osare il lavaggio in lavatrice, con dei semplici accorgimenti.

Leggere sempre le indicazioni di lavaggio di ogni capo, per evitare di far danni irreparabili.

Scegliere un detergente delicato. Body ricamato stringato Raizel

Separare per colore. Altrimenti rischiamo di mettere a lavare un reggiseno bianco e di ritrovarcene uno tie dye (nel caso dovesse accadere, potreste sempre sfoggiarlo al prossimo festival coachella).

Fare lavaggi brevi. Le lavatrici moderne hanno programmi specifici per delicati.

Mantenere le temperature basse, 30° o 40°, a seconda di quanto specificato nelle indicazioni di lavaggio dei capi.

Non esagerare con i giri del cestello, anche 400 giri possono essere sufficienti per eliminare l’acqua del lavaggio.

In pratica serve accortezza e un po’ di moderazione. Volendo parafrasare una delle più celebri frasi di Coco Chanel “prima di uscire, guardati allo specchio e levati qualcosa” potremmo dire: prima di avviare il lavaggio, guarda la tua lavatrice e leva qualcosa (temperatura, numero di giri o qualche capo se il cestello è troppo carico).

Per evitare di far deformare il vostro reggiseno preferito o di perdere i fiocchetti coquette dei vostri slip più sexy, è buona prassi proteggere i capi intimi in un sacchetto in microrete, apposito per il bucato. Altrimenti potreste ritrovarvi a dover districare un groviglio di calze e reggiseni tale che snodare un dreadlock, in confronto, vi sembrerà una passeggiata.

Non mischiate i capi di intimo con i vestiti di tutti i giorni, preferite lavaggi singoli. Se proprio non volete mandare una lavatrice a mezzo carico, unite solo abbigliamento che rispetti le caratteristiche di lavaggio della lingerie e assolutamente niente che possa stingere o che abbia applicazioni metalliche che rischino di intaccare i tessuti delicati. Aggiungete un antibatterico delicato.

Per quanto riguarda l’asciugatura, sarebbe preferibile all’aria aperta. Se non avete un’area protetta dal vento allora è meglio stendere in casa. L’intimo non va fermato con le mollette, altrimenti i tessuti si rovinano. I reggiseni possono essere disposti sulle aste dello stendino tra le due coppe e gli slip appesi sopra le mollette (non pinzati) che devono essere rivestite in silicone per evitare che sporgenze di plastica o metallo possano danneggiare la stoffa.